EMILIANA LONGONI

“… Il lusso, sinonimo di qualità e di bellezza, è il grado di eccellenza dei materiali usati e la purezza dell’esecuzione dei prodotti … “

Emiliana Longoni appartiene ad una famiglia di artisti e restauratori, vere passioni che fin da piccola coltiva che spingono la sua natura eclettica e curiosa a sperimentare e spaziare in vari ambiti creativi, un bagaglio lavorativo applicato all’arte e al design teso a collaborazioni importanti con artisti, architetti e aziende internazionali.       

Nasce a Seregno nel ’69, dimostra da sempre attitudine spigliata al disegno e al colore, verso i 14 anni inizia a frequentare la  ‘Famiglia Artistica Lissonese’  fondata dal Maestro Gino Meloni, dove dipinge e respira l’atmosfera artistica e culturale tipica della Scuola d’Arte, la sua formazione scolastica invece è tecnica, frequenta l’Istituto Tecnico a Lissone  liceo per l’Industria del Legno, dell’Arredamento e del Design.      

E’ di questo periodo la prima esperienza artistica, vince nel ’83  il 1°premio grafico per il cartellone pubblicitario  ‘Coppa Agostoni’,  e intanto partecipa a delle mostre di pittura collettive con la Famiglia Artistica di Lissone a Palazzo Terragni.
  • Text Hover

Da sempre però il suo grande interesse è rivolto al restauro del mobile e delle dorature antiche.La creatività e il lavoro di Emiliana Longoni nascono da una storia di famiglia, da quattro generazioni legate alla lavorazione del legno, ebanisti restauratori e lucidatori a mano, con spirito e gommalacca, sempre fortemente caratterizzati dal voler conservare
  • Text Hover
“quei saperi’ di bottega” imparati dagli insegnamenti metodici e quotidiani gelosamente custoditi e tramandati. Nella visione dell’artista il restauro è il momento metodologico del riconoscimento dell’opera, del suo valore estetico e storico dove qualsiasi intervento deve essere attuato nel senso conservativo del manufatto, un lavoro privo di licenze da restauratore ‘artistico’ che ne comprometterebbe lo stato, un intervento che soprattutto deve assumere un valore di lascito futuro. Il legno, le sue qualità  e l’ utilizzo della foglia oro in tutte le sue sfumature, sono le materie prime di eccellenza che preferisce, i trattamenti per la loro conservazione, le verniciature e le lucidature a mano che utilizza servono a far risaltare al meglio i loro pregi. Questa tradizione oggi  ha saputo portarla nell’evoluzione delle nuove tecniche in direzione delle tendenze  al fine di crearsi una propria identità personale  e poter riproporre in senso contemporaneo ciò che in passato ha soprattutto rappresentato lo stile classico. 
Tradizione = Innovazione

Dal 2018  a stretto un sodalizio con l’artista Gastone Turrin, riprendendo appieno l’attività pittorica, tutte le capacità professionali che in 25 anni ha saputo cogliere le ha trasformate in una nuova idea creativa e personale. La loro tecnica e il linguaggio espressivo creano una fusione tra materia e colore, il loro grado di incontro si rileva tra ideazione e composizione raggiungendo una mescolanza  molto personale visibile in tutte le opere da loro realizzate. Nel 2019 diventa  presidente di Kubeart  Associazione Artistica no profit, con sede a Milano, strettamente legata al sostegno e alla diffusione dell’arte e degli artisti emergenti un contenitore d’arte, moda e design.        

Nel 2020 lavora al progetto PAVO, portale di intermediazione on line una community marketing con una rete integrata di servizi che seleziona e offre prodotti artistici, servizi e proposte d’alto artigianato italiano.
‘   l’uomo ha sempre creato in senso artistico nei tempi e nei luoghi, senza il quale il sapere contemporaneo non potrebbe esistere  ’

EXHIBITIONS

2016

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

2015

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

2014

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

PUBLICATION

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

WORKSHOPS

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, Museo Amparo, Puebla, Mexico.

  • Naturata, Simón I. Patiño, La Paz, Bolivia.

  • Graciela Iturbide, MUSEF, La Paz, Bolivia.